venerdì 22 marzo 2013

C’è un rapporto segreto di Benedetto a Francesco. Ratzinger ha lasciato al suo successore 300 pagine di consegne (Tosatti)

Clicca qui per leggere il commento...molto interessante!!!
Qui l'intervista a Mons. Capovilla citata da Tosatti.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Raffaella,
ovviamente adesso bisogna smontare l'affaire Vatileaks, no? Perche' adesso pensano ci sia Mister Peace&Love. Ed e' interessante notare come adesso anche "the old curia" cerchi di appropiarsi del termine "trasparenza", e in questo caso e' meglio stendere un velo pietoso (ma trasparente).

Papa Francesco potrebbe riservare qualche interessante sorpresa - e anche i giornalisti a lui.
Dipende tutto se vuole la splendida e ultrastraripante venerazione dei media a lui riservata in questi giorni, o se invece non solo dice, ma anche agisce, perche' "non c'e' pace senza verita'".
O qualcuno - qui dentro e/o fuori - pensava che tutto l'incenso mediatico di questi giorni fosse gratis? Naaa... adesso iniziano ad arrivare i conti da pagare.

Come gia' detto da tempo, io aspetto di vedere le nomine che fara' nei "posti chiave".

Raffaella ha detto...

Si'...la parola trasparenza in bocca a certi cardinale fa venire il latte alle ginocchia.
R.

gemma ha detto...

Talmente segreto che la sua esistenza arriva ai giornalisti. E non è' che si stia cercando di depotenziarlo il famoso dossier saggio per finire a tarallucci e vin santo? Cambiare Papa perché tutto resti immutato

sonny ha detto...

Ah bene, allora non sono stata l'unica a pensare male!

Anonimo ha detto...

[Very Ironic Mode ON]
Oh Gemma,
tu mi sorprendi!
Ma non sai che i Giornalisti sono i Depositari del Vero e quindi conoscono tutto e ancora di piu'?
[Very Ironic Mode OFF]

Non c'e' da pensar male... i lupi si sono dati una spolveratina e hanno rinfrescato la permanente al pelo, ma il vizio non l'hanno certo perso!

Caterina63 ha detto...

Non so se avete seguito la diretta stamani dell'incontro con i Diplomatici.... ma Bertone è apparso nervoso e agitato, niente sorriso e, nel commiatarsi dal Pontefice aveva un fazzoletto in mano e si detergeva il viso .....

Non voglio trarre alcuna conclusione, ma riportare solo ciò che si è visto in diretta....
o Bertone si è raffreddato o era preoccupato ^__^

cc ha detto...

ma perche' mi tocca essere sempre rompiballe. monsignor capovilla e' chiaramente una pasta d'uomo. ma lui vive nell'amore per il suo superiore Giovanni xxiii. lodevolissimo ma a giovanni xxiii, giovanni paolo ii, giovanni paolo i e paolo vi e adesso francesco la claque non e' mancata e non manca. qui parliamo di Benedetto xvi e di un pontificato torturato dalle menzogne e dall'indifferenza. di un pontificato che LA CLAQUE NON CE L'HA MAI AVUTA. io vado alla diisperata ricerca di qualcuno che non se ne esca con le solite quattro parole in croce di insipida cordialita'. p.s. perdonami raffaella.

Gattorusso ha detto...

"Ratzinger ha lasciato al suo successore 300 pagine di consegne." Questo un grande libro! Io volevo sempre da Ratzinger un libro sul essenza del papato con i suoi consigli e riflessone, come un diario spirituale. Penso, che tale 300 pagine e un grandissimo insegnamento! ahh io voglio di vedere questo.
Certo, Benedetto ha fatto un bel esempio. Ma un altro libro dal Papa.... io voglio!

Anonimo ha detto...

No,cc,Paolo VI di claque ne ha avuta ben poca;curioso notare che fu lui nel giro di pochissimo tempo a nominare vescovo e cardinale il malcapitato prof.Ratzinger che stava così bene a Regensburg...cmq,io G. XXIII non l'ho conosciuto,perchè piccolissimo,Montini penso sia stato uno dei papi più 'sfortunati' per una serie di circostanze,ma la cattiveria allo stato puro esercitata da eserciti di giornalisti televisivi e non, e dai massmedia contro BXVI non ha pari:ora se Francesco leggerà o no il dossier,non lo so,ma il trattamento a lui riservato che mette a dura prova la nostra pazienza,sta diventando snervante e ti impedisce anche di guardarlo acriticamente,insomma,non se ne può letteralmente più,poi tra l'altro le bugie hanno gambe corte;se BXVI,nonostante la campagna di oscuramento ben orchestrata riusciva a riempire le piazze e le strade di tutto il mondo,ha del miracoloso,se ci vogliamo fare altro male,esaltiamo pure,a me fa l'effetto contrario,il MIO PAPA sta a CastelGandolfo,a Roma c'è il nuovo vescovo,diamogli tempo di scoprire tutte le sue carte,poi parleremo...GR2

Anonimo ha detto...

Cambio della guardia? Dopo i salesiani di Bertone, iniziamo a vedere circolare i gesuiti? Maria Pia

gianniz ha detto...

Ho tanto l'impressione che, con l'accordo dei media, in Vaticano abbiano rispolverato quel meraviglioso tappeto sotto il quale hanno sempre nascosta ogni cosa 'spiacevole'.
Speriamo che non sia così, ma per ora sui problemi... tutti zitti e mosca!

Raffaella ha detto...

Eh, caro Gianniz...speriamo che tu abbia torto!
R.

Anonimo ha detto...

Quoto GR2 su Papa Paolo VI, CC. Un Papa che ho amato. Avevo 20 anni quando morì e ti posso dire che gli attacchi che ha subito sono stati atroci. Dopo la promulgazione della Humanae Vitae (1968) iniziò la sofferenza di Paolo il mesto, così lo definivano, ma il culmine degli attacchi fu il 1977, l'anno precedente la sua morte, quando gli piovvero addosso menzogne che ne colpivano la persona. Poi nel '78 vi fu il rapimento e la morte di Aldo Moro, suo carissimo amico, che tentò con tutti i mezzi di salvare. Sai cosa disse un commentatore ai funerali del Papa? Che il suo tentativo di salvare Moro ne riscattava il suo pontificato. Assurdo e insultante. No, nessuna claque per Paololo VI, ma un destino molto affine a quello del nostro amato Benedetto, due grandi Papi poco capiti e peggio amati.
Alessia

Anonimo ha detto...

La stessa impressione l'ho avuta anche io. Ritorna la pax mediatica e tutto, di nuovo, sotto il tappeto, manco Benedetto fosse visionario sulla sporcizia. Mi sa, però, che questa volta sarà difficile
infrattare. Pochi staranno a guardare senza reagire. Vedremo.
Alessia

Raffaella ha detto...

C'e' internet ed il mondo e' cambiato anche grazie a Papa Benedetto.
R.