venerdì 15 marzo 2013

Conclave: interessante ricostruzione di Rodari

Clicca qui per leggere l'articolo.
Quindi i curiali non hanno votato Scola e bertoniani e sodaniani sono i grandi elettori?

28 commenti:

Anonimo ha detto...

non ti da fastidio che rodari dica che bergoglio ha avuto piu voti di ratzinger?

Raffaella ha detto...

Assolutamente no!
Il collegio cardinalizio e' profondamente diverso da quello del 2005 quindi non e' possibile fare alcun paragone. I giornalisti lanciano queste frecciatine che pero' non hanno molto senso.
Inoltre sappiamo che alcuni cardinali, presenti in entrambi i conclavi, hanno votato sempre per Bergoglio. Uno di questi e' sicuramente il piu' che controverso ex primate del Belgio.
R.

Luisa ha detto...

E lo Spirito Santo?

gemma ha detto...

Siamo al Vangelo secondo Rodari che dobbiamo inchinarci ad ogni cosa che il vaticanista di repubblica scrive? Non lo abbiamo mai fatto per il vaticanista di repubblica, chiunque fosse. Il consenso e l'acclamazione lo sappiamo che Benedetto non lo ha mai avuto, da dentro la chiesa in primis. Non avremmo sentito il bisogno di questo blog altrimenti

Luisa ha detto...

Mi sia permesso anche di avere un pensiero per mons. Guido Marini, da diverse fonti leggo che il nuovo Papa ha rifiutato, sembra anche in malomodo, di portare la mozzetta e gli altri simboli pontificali che gli tendeva Mons. Marini.
Leggo e ascolto diversi commenti pietosi e anche irriverenti, come quello di Boffo su TV2000.
Dopo otto anni di impegno e servizio accanto a Papa Benedetto per ridare dignità e bellezza alla sacra Liturgia, sembra che i tempi siano al cambiamento anche in quel campo, cambiamento evidentemente già osannato da chi dice che i tempi del carnavale sono finiti!
Vedremo come le cose evolveranno, vedremo se i primi segni verranno confermati, vedremo come Mons. Marini potrà e saprà adattarsi al nuovo corso che sembra disegnarsi.

sonny ha detto...

Cosa non si fa pur di mangiare la pagnotta!

sam ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-macchina-del-fango-contro-papa-francesco--6026.htm

Interessante Raffaella.
Spero che abbiano ragione uomo di chiesa e cc e che Bergoglio nei fatti dimostri una sostanziale continuità con BenedettoXVI.
Nel suo discorso ci sono stati richiami inequivocabili alla Caritas in Veritate anche se nessuno lo dice.
Dopo gli scandali, il rapporto, ior ecc. ora ci voleva anche qualche azione plateale di sobrietà della Chiesa. Che si mettesse a farlo Benedetto a fine Pontificato sarebbe apparso ridicolo. Ma dobbiamo spiegare e gridare che la simbolica (e assai mediatica) "spogliazione" di Francesco (Croce d'oro, auto, scarpe ecc.) è la naturale conseguenza dela spogliazione di Benedetto. Ben più di un gioiello si è spogliato il nostro Papa Magno, ma dell'intero papato!!! Proprio affinchè un nuovo Papa potesse portare a compimento la sua opera di pulizia e riedificazione della Chiesa.
Preghiamo che sia così e che la nauseabonda, mefitica e strumentale euforia dei media e di quegli pseudocattolici che per il proprio discerniemto si afidano a Repubblica piuttosto che allo Spirito Santo, si esaurisca presto.

Anonimo ha detto...

Come fa Rodari a conoscere tutti questi particolari? Avrà mica contattato il Cielo via twitter?
Potenza di Repubblica!
PS Non c'era l'obbligo del segreto per i Conclavisti pena la scomunica?

Uomo di Chiesa ha detto...

Mah , non mi pare credibile questa soluzione . Perchè il gruppetto Re , Sodano(presente "spiritualmente") e Bertone avrebbe dovuto concedere i propri voti a Bergoglio ?
Alla fine Bergoglio tutto è tranne che un cardinale con una mentalità vicina a quella dei curiali !
Non è mai stato un uomo che si è prestato ai loro squallidi giochetti e tantomeno si è mai fatto mettere sotto da questi "mercanti del tempio".
La ricostruzione di Rodari non mi convince.

Anonimo ha detto...

Secondo Marco Travaglio "...molti sedicenti esperti di Vaticano seguono la logica dei retroscenisti da buvette di Montecitorio: confondono le proprie speranze con la realtà ...".
E, aggiungo io, sono abilissimi a riposizionarsi.
Alessia

Anonimo ha detto...

Dell'obbligo del segreto i conclavisti se ne strafrefgano, anonino, e pure della scomunica che, tanto, non viene comminata. La dimostrazione è la conferenza stampa post conclave del ridanciano Dolan.
Alessia

cc ha detto...

interessante l'articolo di camillo langone sul foglio quando parla dei pontefici come di esche per pescare (ovviamente uomini) e di come l'esca Francesco con la sua essenzialita' faccia presa su un popolo "iroso e invidioso" mentre l'esca Benedetto non ha funzionato perche' la medesima "plebe" non riesce a comprendere le "raffinate lezioni magistrali" e le elite intellettuali "non sanno (e vogliono) apprezzarle". quello che langone pero' non ha colto di Benedetto e' la grazia, il senso della misura, dell'ordine e della bellezza che vanno oltre le raffinate lezioni magistrali. come posso spiegarmi. io non vivo in una baraccopoli di buenos aires, io non ho bisogno di sentire contiguita' e vicinanza con il pastore, con il politico, con l'autorita' per vincere il senso di abbandono. io vivo in una realta' occidentale in cui l'autorita' in quanto tale e' stata sistematicamente esautorata e per vincere il favore del pubblico l'eletto di turno (inteso in senso generale) deve fare l'amicone, deve fare il rivoluzionario o il semplice pezzo di pane. io ho fame di senso non di buoni sentimenti. papa Francesco e' chiaramente un sacerdote essenziale e schietto: un buon viatico per essere un grande pontefice. ma non riesco a vederci altro che una cornice (come tale facoltativa). attendo di vedere la tela

felix ha detto...

Posso essere d'accordo con te, visto l'andazzo del preconclave assimilato alle convention per l'elezione del Presidente USA. La soluzione ci sarebbe: trasformare con un Motu Proprio la scomunica latae sententiae in scomunica ipso facto.Potrebbe essere uno dei provvedimenti del nuovo Papa (precisando che non ha bisogno dei miei consigli).

Anonimo ha detto...

Dolan, dato per ratzingeriano... Bella questa, ridiano noi! Ma quando mai???? Quante sciocchezze che hanno scritto e scrivono

Raffaella ha detto...

CC ha assolutamente ragione!
La penso proprio come lui...
R.

gemma ha detto...

Geniale cc, stavolta concordo! :) Ps. Lui o lei?

Anonimo ha detto...

un cardinale ha già parlato in televisione, proprio ieri hanno fatto una trasmissione sul conclave sulla rete France 5, é il cardinale di bordeaux, ha speigato che i primi 3 scrutini c'erano 2 candidati, e tutti temevano l'impasse, invece nelel elezioni del pomeriggio, nessuno se lo aspettava, tutti i voti sono andati su Bergoglio. L'idea é "basta flagelalrsi"(alla benedetto) per raddrizzare non serve punire, ma basta l'esempio. Sti c..., lbenedetto non dava l'esempio? era pure preso in giro in curia che viveva come un monaco. Fors eil limite di ratzinger, fu di essere troppo buono, fu di non fare quello che lui riteneva meigliore,(il suo discorso di inaugurazione), ma quello che era meglio per la chiesa mettendo insieme tutte le anime. "E' finito carnevale" quindi benedetto, ma anche giovanni XXIII, paolo VI erano dei pagliacci? Io temo che se i curiali hanno dato il loro voto a Francesco, l'idea sia: lui faccia quel che vuole, tanto il papato verrà quasi abolito, sarà solo vescovo, e ogni vescovo farà quel che vuole. Se cosi fosse, chi avrebbe l'autorità per rimuovee un vescovo pedofilo, concubino o corrotto? Nessuno! per questo l'hanno votato. Il popolo avrà la sua immagientta popolare, i vescovi continuerannoa fare quel che vogliono!

Anonimo ha detto...

Un paio di segnalazioni, una seria, una da ridere:

http://attivissimo.blogspot.it/2013/03/promemoria-francesco-non-e-il-primo.html

http://attivissimo.blogspot.it/2013/03/eletto-il-papa-per-il-corriere-le.html

Anonimo ha detto...

Sinceramente dubito che Papa Francesco abbia esclamato "è finito il Carnevale". Queste ricostruzioni lasciano sempre il tempo che trovano. La verità è che il vero "taglio" del Suo pontificato si vedrà alle nomine nei vari dicasteri e alla Segreteria di Stato.

cc ha detto...

lei. ma perche' dalle mie argomentazioni mi si prende per maschio? un vero mistero

Anonimo ha detto...

giochiamo ai bambini coi vaticanisti che vengono sul blog, a chi dice che Bergoglio ha preso più voti di ratzinger, rispondo:ovvio, non c'era ratzinger, quando si son misurati ratzinger aveva il triplo delle sue preferenze, lo stesso barbarin ha detto che era 4 volte superiore a tutti gli altri. ma a parte cio', pe giocare ai bambini, ratzinger é stato eletto con meno scrutini, é stato il primo candidato fin dal primo momento, quindi non candidato di ripiego. Non é stato votato da complici di pedofili(chissà perché nessuno en parla adesso) e soprattutto ratzinger non ha solo rinunciato a ermellini e croci, ma se qualcuno non l'avesse notato, HA RINUNCIATO AL PONTIFICATO IN TOTO! ermelllini compresi! e che pall..z

Anonimo ha detto...

Cara Luisa,Marini e Gaenswein saranno i primi a dimettersi dignitosamente per non farsi buttare fuori in malomodo,in Argentina corrono voci che Bergoglio usasse spesso linguaggio non proprio da educande,anzi scurrile,in quanto allo Spirito Santo,stavolta non si è proprio fatto vedere...GR2

Luisa ha detto...

Non è il nuovo Papa ad aver detto è finito il carnevale, ciò che sembra abbia fatto è rifiutare, il risultato lo abbiamo visto, non proprio garbatamente i simboli pontificali che Mons.Marini gli tendeva, del resto ancora oggi ha conservato la sua croce pettorale e ...le sue scarpe.
Vedremo dopo martedì prossimo se accetterà, con l`umiltà che tutti gli riconoscono, di far passare i suo desideri e le sue abitudini dopo certe esigenze che il suo nuovo ministero gli domanda , comprese quelle che indicano la sua potestà.

Anonimo ha detto...

Il segreto riguarda solo il voto, non il resto.

Anonimo ha detto...

Intanto a Law ha detto che deve andarsene, occorre anche la rozzezza di questo Papa, Benedetto nella sua infinita delicatezza non ha voluto fare e si è preso le colpe di altri.

Fabiola ha detto...

Premessa doverosa:non so se la ricostruzione di Rodari valga qualcosa.
Ma quel "meglio chiunque altro di Scola" vale come un encomio colossale al mio Arcivescovo.
Meglio chiunque altro rispetto ad un "figlio" di Benedetto. Così sarebbe, finalmente, tutto chiaro.
Papa Francesco sarà un ottimo Pontefice, probabilmente. Ma il "passo indietro" del mio Arcivescovo( che soddisfazione ripeterlo!) brilla della stessa luce della rinuncia di Benedetto. Anche se non prende il metro e non va a fare la spesa.

gemma ha detto...

Grandissimo anonimo delle 10.43!

Ambrosiano e cattolico ha detto...

A volte per far pulizia, bisogna essere un po' "rozzi", ma
speriamo che le pulizie siano fatte a fondo, senza nascondere polvere sotto i tappeti, perchè, questa altrimenti uscirà di nuovo fuori!
D'altra parte, c'è chi approfitta delle persone di modi "fini", non temendo, perciò, di esser messo alla berlina!